Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

28 gennaio 2023 Ore 23:54
Dimensione del testo AA

16 marzo 1958 Quando Toda e Makiguchi furono incarcerati, i responsabili dell’allora Soka Kyoiku Gakkai lasciarono l’organizzazione e abbandonarono la fede. Toda ne soffrì profondamente e, soprattutto, non riuscì a sopportare il pensiero che le stesse persone che avevano lodato e seguito Makiguchi, si fossero disperse e ridotte a criticare e insultare l’anziano maestro incarcerato. Quando uscì di prigione, Toda decise che avrebbe cresciuto dei giovani leader dal cuore puro e con una fede forte abbastanza da superare le difficoltà che avrebbe potuto incontrare la Soka Gakkai. Il presidente Ikeda racconta che ascoltare i membri che raccontavano dei loro benefici e prendersi cura dei giovani erano le due cose che rendevano più felice Toda. Nei tredici anni in cui guidò l’organizzazione, Toda non trascurò mai la crescita della Divisione giovani. Inoltre, selezionò due gruppi che seguì personalmente e con cui continuò a tenere riunioni anche quando la crescita della Gakkai…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!