Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

23 febbraio 2024 Ore 19:22

    450

    Stampa

    Viva la crisi. Anzi no. Ma forse sì

    I mezzi di comunicazione di massa trasmettono ogni giorno dati, e soprattutto opinioni, sulla crisi, spesso fornendo anche informazioni e interpretazioni contraddittorie. La chiave di lettura buddista del concetto di crisi è diversa: rappresenta un crocevia di fronte al quale ciascuno può scegliere da che parte andare e cosa fare della propria vita. Tenendo presente, come racconta Elisabetta, che il bivio non inizia «là fuori», ma «qui dentro il proprio cuore»

    Dimensione del testo AA

    I mezzi di comunicazione di massa trasmettono ogni giorno dati, e soprattutto opinioni, sulla crisi, spesso fornendo anche informazioni e interpretazioni contraddittorie. La chiave di lettura buddista del concetto di crisi è diversa: rappresenta un crocevia di fronte al quale ciascuno può scegliere da che parte andare e cosa fare della propria vita. Tenendo presente, come racconta Elisabetta, che il bivio non inizia «là fuori», ma «qui dentro il proprio cuore» Meglio essere ottimisti e avere torto, che essere pessimisti e avere ragione. (Albert Einstein) Crisi di valori. Crisi di governo. Crisi finanziaria. Crisi di mezza età. Crisi di vocazioni. Crisi politica. Crisi di panico. Crisi ambientale. Crisi della coppia. Crisi dell’occupazione. Crisi di nervi. In quanti diversi contesti usiamo questa parola? Ma soprattutto cosa significa? La parola greca krisis fa riferimento al verbo krino che significa “separare” ma anche, in senso figurato, “scegliere”. Potremmo dire che indica quel momento…

    Contenuto riservato agli abbonati

    Accedi Sottoscrivi un abbonamento

    ©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata