Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 13:31
Dimensione del testo AA

Sono cresciuta in una famiglia con problemi economici e dipendenze da sostanze. Durante la mia adolescenza i miei genitori si separarono e mia sorella divenne alcolista e pian piano smise di parlare. Stavo fuori casa più che potevo andando alle feste e usando qualche droga. Alla scuola superiore, dopo essere stata bocciata due volte, prima dell’esame ho lasciato la scuola. Da quando mio padre era diventato buddista, avevo provato a recitare Daimoku e partecipavo alle riunioni. La mancanza di coraggio e determinazione però mi bloccavano in tutto, portandomi ad avere rimpianti. Nel 2005 decisi di recitare Daimoku sinceramente. Il Daishonin scrive nel Gosho: «Non dubitare mai minimamente». Sforzandomi di recitare senza nutrire dubbi nel potere del Daimoku, si trasformava immancabilmente anche il mio ambiente. Mia madre è diventata membro insieme a me, ispirata dal mio cambiamento. Infatti avevo smesso di fumare, ero più serena e avevo degli obiettivi. Approfondendo gli…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!