Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 09:48

Una sconfitta dal sapore di vittoria

Cristian Ciccone, Milano

Continuando a recitare Daimoku sentii una sensazione di leggerezza. Strappai i fogli con tutti gli obiettivi che mi ero messo perché erano tanto limitati quanto mi ero limitato io fino ad allora. Decisi che era come se iniziassi a praticare da quel momento e scrissi solo una frase: percepire tutto il valore della mia vita

Dimensione del testo AA

Continuando a recitare Daimoku sentii una sensazione di leggerezza. Strappai i fogli con tutti gli obiettivi che mi ero messo perché erano tanto limitati quanto mi ero limitato io fino ad allora. Decisi che era come se iniziassi a praticare da quel momento e scrissi solo una frase: percepire tutto il valore della mia vita Ho trentadue anni e ho ricevuto il Gohonzon a gennaio 2008. Per i primi due anni e mezzo la mia pratica è stata incostante: non frequentavo le riunioni, recitavo poco Daimoku e da solo, per non parlare di Gongyo che consideravo un vero e proprio optional. La mia vita in quel periodo era uguale al mio modo di praticare: priva di una direzione. Vivevo senza un progetto: avevo una storia d’amore con un ragazzo più grande di me molto aggressivo sia verbalmente che fisicamente. Ma nonostante l’enorme sofferenza, fingevo che la mia vita fosse perfetta.…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!