Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 08:56

Una persona affidabile

Nicola Bonfiglio, Firenze

«Mi spiegarono che si trovavano in difficoltà, che ero un uomo di grande esperienza e avevano bisogno del mio aiuto. Nessuno me lo chiedeva più da molto tempo. Poter essere utile a qualcuno mi faceva sentire di nuovo una persona»

Dimensione del testo AA

«Mi spiegarono che si trovavano in difficoltà, che ero un uomo di grande esperienza e avevano bisogno del mio aiuto. Nessuno me lo chiedeva più da molto tempo. Poter essere utile a qualcuno mi faceva sentire di nuovo una persona» I gravi problemi economici che la mia famiglia dovette affrontare alla mia nascita impedirono a mia madre di occuparsi di me, così fui affidato alle cure di mia nonna che viveva a Torino e trascorsi con lei i miei primi sei anni di vita. Col tempo cominciavo a chiamarla mamma, così lei pensò che era arrivato il momento di riportarmi dalla mia vera madre. Per entrambi la separazione fu una sofferenza indescrivibile. Passai intere giornate aggrappato a una porta piangendo e invocando il suo nome, ma lei non c’era più; adesso avevo un padre, una madre e un fratello che non conoscevo. Pian piano riuscii a capire e ad amare…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!