Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

28 gennaio 2023 Ore 23:54

Una finestra sulla speranza

Kathia e Annalisa Castagna, Salerno

Di carattere diverso ma indissolubilmente legate, due sorelle raccontano insieme le prove, i dubbi, le sfide, le vittorie e, soprattutto, il filo profondo che le lega da ventisette anni al Gohonzon

Dimensione del testo AA

Di carattere diverso ma indissolubilmente legate, due sorelle raccontano insieme le prove, i dubbi, le sfide, le vittorie e, soprattutto, il filo profondo che le lega da ventisette anni al Gohonzon Kathia: Era il 1986, gironzolavo tra squallore e solitudine nel campo container dove vivevo con la mia famiglia dal terremoto in Irpinia del 1980, quando venni attratta da un suono “magico” che proveniva da una finestra, sotto la quale mi aggiravo spesso con curiosità. Poi Annamaria mi vide, mi accolse, mi insegnò la pratica buddista. Avevo dodici anni. Annalisa: Avevo otto anni e giocavo con la figlia di Annamaria. Anche io ero incuriosita da quel “canto”. Quel container, quella donna e quel suono sono stati per noi una finestra su un nuovo mondo di speranza mentre vivevamo un periodo difficile: mio padre abbandonava spesso nostra madre per altre donne, lei cadeva in depressione e io e mia sorella eravamo…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!