Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 02:14

Un voto piccolo piccolo

Leggere che Nichiren ha iniziato il proprio percorso da un "grande voto" può essere d'incoraggiamento, ma può anche suscitare la paura di non farcela. In queste pagine si racconta come sia possibile, anche partendo da dubbi e scetticismo, mantenere un "piccolo voto" che cresce e manifesta la solidità di una quercia

Leggere che Nichiren ha iniziato il proprio percorso da un "grande voto" può essere d'incoraggiamento, ma può anche suscitare la paura di non farcela. In queste pagine si racconta come sia possibile, anche partendo da dubbi e scetticismo, mantenere un "piccolo voto" che cresce e manifesta la solidità di una quercia
Dimensione del testo AA

Leggere che Nichiren ha iniziato il proprio percorso da un “grande voto” può essere d’incoraggiamento, ma può anche suscitare la paura di non farcela. In queste pagine si racconta come sia possibile, anche partendo da dubbi e scetticismo, mantenere un “piccolo voto” che cresce e manifesta la solidità di una quercia Il primo voto di Nichiren Daishonin ha origine nella sua infanzia. Figlio di pescatori, diretto testimone della dura lotta per l’esistenza che caratterizzava la vita della gente comune, e in particolare di chi, vivendo di pesca, vedeva affidata la propria sopravvivenza al burrascoso mare giapponese. Nasce un’intensa consapevolezza delle effimere condizioni della vita umana e il desiderio di una religione o filosofia che offrisse la chiave per affrontare e risolvere la più basilare delle questioni umane: quella della propria mortalità. In più, nella sua epoca, travagliata da vicissitudini politiche e lotte di potere, da carestie, epidemie e disastri naturali,…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!