Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 12:37

Un motivo in più per dire “grazie”

Simone de Santis, Perugia

Ogni mio Daimoku era un grazie, sincero, di cuore. Ero grato per la situazione in cui mi trovavo che mi dava la possibilità di sfidare il mio karma, di diventare un uomo responsabile e felice

Dimensione del testo AA

Ogni mio Daimoku era un grazie, sincero, di cuore. Ero grato per la situazione in cui mi trovavo che mi dava la possibilità di sfidare il mio karma, di diventare un uomo responsabile e felice Ho trentadue anni e pratico da sette. Quando pronunciai il mio primo Nam-myoho-renge-kyo sentii una gioia inspiegabile, non volevo smettere di recitare quella strana frase, assaporavo solamente quella gioia unica che mi invadeva il cuore. Alla fine del 2006 sono riuscito a laurearmi, con grandi sacrifici, in ingegneria informatica a Roma. La mia prima grande esperienza avvenne proprio dopo la laurea, quando decisi di diventare indipendente e crescere interiormente, insomma, diventare un uomo a tutto tondo. Decisi di trasferirmi a Perugia e studiare altri due anni per specializzarmi in ingegneria informatica e telecomunicazioni. Appena arrivato cominciai a cercare un lavoro come insegnante privato – il mio lavoro di sempre – dato che non potevo certo…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!