Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

28 gennaio 2023 Ore 23:37

    Un incoraggiatore instancabile

    Il 22 ottobre scorso è morto a Milano Tadayasu Kanzaki, un pioniere che si è sempre dedicato con entusiasmo al movimento di kosen-rufu in Italia e in Europa, prendendosi cura in particolar modo dei giovani

    Dimensione del testo AA

    Il 22 ottobre scorso è morto a Milano Tadayasu Kanzaki, un pioniere che si è sempre dedicato con entusiasmo al movimento di kosen-rufu in Italia e in Europa, prendendosi cura in particolar modo dei giovani Questa storia inizia in Giappone nei primi anni ’60. È la storia di Tadayasu Kanzaki, uno studente ventenne molto confuso riguardo al presente e soprattutto al futuro che cerca, senza trovarlo, un ideale per il quale valga la pena di vivere. Il contesto sociale è politicamente burrascoso, i valori tradizionali sono in crisi. Tadayasu si rifugia nell’arte: si dedica al teatro – predilige Ionesco e il suo teatro dell’assurdo – dove si cimenta anche nella regia, scrive poesie, ma delle risposte che cerca, nessuna traccia. Il 4 dicembre 1964, in un locale, l’incontro che doveva cambiargli la vita: una donna – che per lui rimarrà sempre una figura quasi materna – lo introduce al Buddismo;…

    Contenuto riservato

    Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
    Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!