Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 03:42

Un figlio, anzi, due

Doriana Di Bernardo, Genova

«Non avrei mai creduto di riuscire a trasformare il mio desiderio di avere un figlio nel desiderio di dare ogni giorno serenità, gioia e valori a due figli che non sono miei»

«Non avrei mai creduto di riuscire a trasformare il mio desiderio di avere un figlio nel desiderio di dare ogni giorno serenità, gioia e valori a due figli che non sono miei»
Dimensione del testo AA

«Non avrei mai creduto di riuscire a trasformare il mio desiderio di avere un figlio nel desiderio di dare ogni giorno serenità, gioia e valori a due figli che non sono miei» Sin dall’inizio, la mia vita è stata piena di difficoltà. Mia madre soffriva di cirrosi epatica, dovuta a un’epatite non diagnosticata in tempo, che la costringeva a letto sin da quando ero piccolissima. Si sviluppò in me un forte senso di impotenza e una profonda nostalgia; non riuscivo a comprendere la realtà. Mi sentivo completamente smarrita proprio negli anni in cui avrei avuto bisogno di un appoggio materno sicuro per esistere. Mio padre morì improvvisamente di cancro ai polmoni quando avevo quattordici anni e fui costretta a trasferirmi dalla città in un paesino sperduto con una delle mie tre sorelle, mia madre e la nonna ultra novantenne. La nonna aveva una paresi al braccio e un’incontinenza totale, la…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!