Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

3 marzo 2024 Ore 23:19

812

Stampa

Un abbraccio atteso da oltre cinquant’anni

Michela Bayou Brooks, Treviso

Grazie ad una pratica buddista costante, Michela sviluppa coraggio e compassione e riesce a trovare ed abbracciare suo papà dopo cinquant’anni

Dimensione del testo AA

Quindici anni fa ricevetti un immenso regalo da parte del sassofonista del mio gruppo musicale, una sera, durante le prove, mi parlò del Buddismo e poco dopo mi chiese di partecipare a un incontro. Dissi subito di sì e così, dopo una settimana, sentii per la prima volta nella mia vita il suono meraviglioso di Nam-myoho-renge-kyo. Fu sorprendente ed emozionante.All’epoca ignoravo che quello sarebbe stato l’inizio della mia rivoluzione umana.Recitavo Daimoku ovunque, sebbene in modo discontinuo, e il mio carattere espansivo mi agevolava nel condividere la mia scoperta con gli altri. Misi subito molti obiettivi.In quel periodo mia madre mi rivelò che mio padre, che fino a quel momento credevo morto in Vietnam, in realtà era vivo: ancora oggi non riesco a descrivere la felicità mista a sgomento provata in quel momento!Pur non sapendo come, determinai con tutto il cuore che lo avrei incontrato.Avevo quarant’anni ed ero incinta di Giacomo, la…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata