Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

16 aprile 2024 Ore 10:41

    548

    Stampa

    Sulle cinque festività stagionali

    In questo scritto il Daishonin cerca di chiarire le origini di alcune festività spiegando che se una persona onora questi giorni basandosi su Nam-myoho-renge-kyo sarà felice anche nelle esistenze future

    Dimensione del testo AA

    In questo scritto il Daishonin cerca di chiarire le origini di alcune festività spiegando che se una persona onora questi giorni basandosi su Nam-myoho-renge-kyo sarà felice anche nelle esistenze future Ho letto attentamente la tua lettera. In essa dici di esserti preoccupato di quale fosse il miglior insegnamento da propagare nei primi cinquecento anni dell’Ultimo giorno della Legge e che, quando hai incontrato l’insegnamento del Santo Nichiren e hai saputo che si dovrebbe propagare solo il Daimoku del Sutra del Loto, hai deciso di diventare uno dei miei discepoli. In particolare chiedi quali sono le origini delle cinque festività stagionali, qual è il loro significato e come si possono onorare correttamente. Bene non ho una conoscenza specifica in materia, però, per ciò che ne capisco, a grandi linee si tratta di una tradizione che deriva dal Gran Maestro Kompon [Dengyo]. In generale è un’usanza che viene praticata sia nella scuola…

    Contenuto riservato agli abbonati

    Accedi Sottoscrivi un abbonamento

    ©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata