Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

9 dicembre 2023 Ore 02:37

408

Stampa

Sotto il cielo di Pechino

intervista a Jiri Vlcek

Nasce nel 1978 a Mladà Boleslav, nella Repubblica Ceca, e vive a Borgomanero, in provincia di Novara. Quest’anno, con la sua barca, approda a Pechino per realizzare il sogno di tutti gli atleti, le Olimpiadi, e conquista, insieme al suo equipaggio, il settimo posto vincendo la finale B. Jiri ci racconta della sua incrollabile determinazione nello sport, nella vita e nella fede

Dimensione del testo AA

Nasce nel 1978 a Mladà Boleslav, nella Repubblica Ceca, e vive a Borgomanero, in provincia di Novara. Quest’anno, con la sua barca, approda a Pechino per realizzare il sogno di tutti gli atleti, le Olimpiadi, e conquista, insieme al suo equipaggio, il settimo posto vincendo la finale B. Jiri ci racconta della sua incrollabile determinazione nello sport, nella vita e nella fede Tu fai canottaggio: puoi dirci qualcosa di più della tua specialità? JIRI VLCEK: Il canottaggio è bellissimo: ci alleniamo a contatto con la natura su specchi d’acqua splendidi, ed è uno sport completo per il fisico. A seconda della specialità ognuno impugna uno o due remi. La barca con cui gareggio è un “quattro senza”, cioè siamo in quattro, con un remo ciascuno e senza timoniere, nella categoria “pesi leggeri”. È una barca molto tecnica, dove conta piu l’assieme del gruppo che la forza individuale. Nel canottaggio la…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata