Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

28 gennaio 2023 Ore 23:43

Parole chiare e penetranti

Massimo Pasini, Modena

L'obiettivo più grosso è vincere la dislessia fino in fondo, anche leggendo almeno mezz'ora al giorno gli scritti del presidente Ikeda per poterli riportare alle riunioni

Dimensione del testo AA

L’obiettivo più grosso è vincere la dislessia fino in fondo, anche leggendo almeno mezz’ora al giorno gli scritti del presidente Ikeda per poterli riportare alle riunioni Conobbi il Buddismo nel 1995, ma non avevo bisogno, ero felice così. Nel giro di due anni la mia vita divenne un disastro: avevo contratto un debito con le banche di quattrocento milioni di lire per acquistare e gestire un locale e il mio pensiero costante era quello di farla finita: volevo morire. Stefano, la persona che mi parlò di questo Buddismo, mi disse: «Pratica correttamente per un anno e se non realizzerai i tuoi obiettivi potrai dire che non funziona», e io decisi di iniziare proprio per dimostrare che non avrebbe risolto i miei guai. Uno dei miei problemi più grossi era la dislessia, un disturbo dell’apprendimento che mi impediva di leggere e scrivere in modo corretto e fluente; non riuscivo a stare…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!