Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

3 febbraio 2023 Ore 07:26

Oltre le parole

Lydia Curia, Bologna

Tutti questi sforzi sono stati avvertiti dai genitori: mi hanno dimostrato fiducia, hanno percepito che stavo facendo un buon lavoro con i loro figli e abbiamo iniziato a comunicare anche in italiano, grazie soprattutto ai bambini che in pochi mesi hanno familiarizzato bene con la nostra lingua

Dimensione del testo AA

Tutti questi sforzi sono stati avvertiti dai genitori: mi hanno dimostrato fiducia, hanno percepito che stavo facendo un buon lavoro con i loro figli e abbiamo iniziato a comunicare anche in italiano, grazie soprattutto ai bambini che in pochi mesi hanno familiarizzato bene con la nostra lingua Ho incontrato il Buddismo nel 1994 grazie alla mia amica Marilena; all’epoca studiavo a Salerno. Sono un’insegnante precaria della scuola dell’infanzia iscritta nella graduatoria interminabile del Comune di Bologna in terza fascia. Nel 2013 ho ricevuto l’incarico in una sezione del quartiere San Donato, in periferia, costituita da venti bambini stranieri con conoscenza quasi nulla dell’italiano e cinque bambini italiani, tutti dai tre ai cinque anni. Data la complessità della situazione ho pensato che questa volta il mio karma mi stesse mettendo davanti a una situazione impossibile. Ho anche chiesto al pedagogista che mi aveva assegnato la classe: «Mi ha inserito qui per…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!