Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

3 dicembre 2023 Ore 19:06

805

Stampa

Oggi mi sento forte e salda

Valeria Proietti Semproni, Roma

Valeria racconta di avere sempre superato i momenti di stallo ripartendo dalla preghiera per sentire il legame con il maestro e riaccendere nel suo cuore lo spirito di shakubuku. Da quando è stato lanciato l’obiettivo nazionale di un nuovo giovane per ogni gruppo, nella sua regione giovani e adulti, uniti, stanno portando avanti insieme tanti incontri di incoraggiamento, sempre con lo sguardo rivolto alla crescita di successori. E tanti giovani hanno deciso di ricevere il Gohonzon!

Dimensione del testo AA

Ho ricevuto il Gohonzon nel 2015. Mio padre incontrò il Buddismo mentre si stava separando da mia madre. Rimasi subito colpita dal suo cambiamento. Da padre assente e ansioso, diventò presente e sempre pronto a sostenere me e mia sorella. Mi colpì anche il suo impegno nel cercare di stabilire una relazione di rispetto con mia madre, nonostante la separazione difficile.Ho iniziato a recitare Daimoku perché soffrivo per un senso di tristezza e inadeguatezza sempre presente nel mio cuore. Ero sempre alla ricerca di approvazione. Sono una danzatrice, insegnante di danza contemporanea e di pilates, e una delle mie prime esperienze grazie alla pratica buddista fu di superare l’ammissione all’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Stavo affrontando un periodo difficile: avevo messo fine alla mia relazione, avevo perso buona parte del lavoro che svolgevo nelle scuole di danza e vivevo in un seminterrato freddissimo. Mi impegnavo nell’attività e nei momenti di più grande…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata