Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 02:24
Dimensione del testo AA

Tu sarai la mia spada Dopo i disastri della guerra e le persecuzioni subite da Makiguchi e Toda, i membri della Soka Gakkai non sapevano nemmeno se l’organizzazione esistesse ancora. Quelli che venivano a conoscenza della scarcerazione di Toda, si mettevano alla sua ricerca: quelle persone, provate da anni di guerra e orfane del loro maestro Makiguchi, erano soprattutto in cerca di un incoraggiamento. Toda divenne presto il punto di riferimento delle rinascenti attività. Oltre a guidare i vecchi praticanti, cercava di crescerne di nuovi e di sostenere la rinascita della Soka Gakkai e del Taiseki-ji, danneggiato e oberato di debiti. Sin dal giorno seguente alla scarcerazione, Toda si era messo al lavoro con l’obiettivo di garantire alla Gakkai la stabilità economica. Delle diciassette società di cui era titolare al momento dell’arresto non era rimasto che un mare di debiti. Nonostante i pesanti carichi di lavoro, Toda si dedicava senza…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!