Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 marzo 2024 Ore 01:01

807

Stampa

La missione della mia vita

Marta Modena, Firenze

Nella sua esperienza, condivisa durante il corso de “Il Volo continuo”, Marta racconta come ha affrontato e trasformato le difficoltà familiari e, grazie alla sua promessa al maestro Ikeda di compiere la sua missione anche nel lavoro, è riuscita ad aprire la strada per far fiorire tutto il suo potenziale

Dimensione del testo AA

Ho conosciuto la pratica buddista tredici anni fa nella mia città di origine, Latina, grazie alla mia migliore amica.In quel periodo soffrivo di attacchi di panico, problemi alimentari e discordie familiari. Cominciai a recitare Nam-myoho-renge-kyo e, condividendo il Buddismo con gli altri, nonostante le difficoltà iniziai a risplendere di una luce nuova.Avevo ventuno anni e uno dei miei primi obiettivi era quello di incontrare un ragazzo. Dopo poco incontrai Simone, al quale parlai subito di Buddismo e iniziammo a praticare insieme.Da lì iniziò la lotta per aprire la mia vita. Grazie all’attività nella Soka Gakkai imparai ad avere fiducia negli altri. Ricevetti il Gohonzon a Milano, dove mi ero trasferita per proseguire i miei studi universitari.  Smisi di concentrarmi sulla mia infelicità e iniziai a dedicarmi agli altri impegnandomi nella crescita delle Giovani donne.Dopo poco tempo decisi di affrontare la difficile situazione familiare.Ricercavo profondamente il legame con il maestro Ikeda…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata