Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

3 febbraio 2023 Ore 09:07

La mia fede alla prova

Stefano Nibionni, Baratili San Pietro (OR)

Sostenuto dagli scritti del Daishonin ero assolutamente sereno e grazie allo stato vitale sviluppato durante gli anni di pratica, mi sentivo sicuro che ce l'avrei fatta a guarire: tutta la mia energia era incanalata in questa direzione

Dimensione del testo AA

Sostenuto dagli scritti del Daishonin ero assolutamente sereno e grazie allo stato vitale sviluppato durante gli anni di pratica, mi sentivo sicuro che ce l’avrei fatta a guarire: tutta la mia energia era incanalata in questa direzione Ho incontrato il Buddismo nel 2005, mi piaceva ascoltare Daimoku e Gongyo, un po’ meno partecipare alle riunioni. Ero molto concentrato su me stesso e in generale non mi ponevo particolari domande. Comunque il pensiero buddista mi aveva affascinato: dopo tre mesi di pratica costante decisi di ricevere il Gohonzon, poco tempo dopo accettai la responsabilità di un gruppo. Durante un corso di approfondimento sulla fede decisi di dedicarmi all’attività di protezione, entrai così a far parte del gruppo Prometeo, con l’intenzione di incidere nel mio cuore lo spirito dell’offerta. Feci shakubuku a molte persone, due di loro ricevettero il Gohonzon, ma per quanto riguardava la mia famiglia ero convinto che fosse necessario…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!