Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 02:59

La Legge universale

Cosa significa Nam-myoho-renge-kyo? Che importanza ha la voce? Quale atteggiamento assumere durante la recitazione del Daimoku? Quanto Daimoku recitare? A queste domande cerchiamo di rispondere in queste pagine dedicate ai principi fondamentali

Cosa significa Nam-myoho-renge-kyo? Che importanza ha la voce? Quale atteggiamento assumere durante la recitazione del Daimoku? Quanto Daimoku recitare? A queste domande cerchiamo di rispondere in queste pagine dedicate ai principi fondamentali
Dimensione del testo AA

Cosa significa Nam-myoho-renge-kyo? Che importanza ha la voce? Quale atteggiamento assumere durante la recitazione del Daimoku? Quanto Daimoku recitare? A queste domande cerchiamo di rispondere in queste pagine dedicate ai principi fondamentali Il principio Approfondendo la conoscenza della pratica buddista ci rendiamo conto che la base di tutto è Nam-myoho-renge-kyo, una frase che, le prime volte, all’ascolto può suonare un po’ strana. Nichiren Daishonin considerava Nam-myoho-renge-kyo la Legge mistica, il principio che nell’universo governa la vita in tutte le sue forme, la Legge alla quale si sono risvegliati tutti i Budda e il vero aspetto della vita. E affermò che l’invocazione della Legge (la recitazione di Nam-myoho-renge-kyo, ovvero Daimoku) è il «sentiero diretto per la Buddità». La voce Molte persone associano la religione buddista a una meditazione silenziosa, invece la recitazione e l’invocazione hanno rivestito un ruolo importante nella storia del Buddismo. Con la voce, infatti, si manifesta la convinzione…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!