Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 03:20

La giungla della vita

Florio Sarti, Firenze

«Dopo quarant'anni di lavoro, decisi di cessare ogni attività e pensai che così sarei andato in pensione e tanti saluti a tutti. Volevo dedicare tutto il mio tempo libero all'attività buddista, al Centro culturale e alla pratica ma il karma negativo bussava ancora una volta alla mia porta»

«Dopo quarant'anni di lavoro, decisi di cessare ogni attività e pensai che così sarei andato in pensione e tanti saluti a tutti. Volevo dedicare tutto il mio tempo libero all'attività buddista, al Centro culturale e alla pratica ma il karma negativo bussava ancora una volta alla mia porta»
Dimensione del testo AA

«Dopo quarant’anni di lavoro, decisi di cessare ogni attività e pensai che così sarei andato in pensione e tanti saluti a tutti. Volevo dedicare tutto il mio tempo libero all’attività buddista, al Centro culturale e alla pratica ma il karma negativo bussava ancora una volta alla mia porta» Mi chiamo Florio ma non sono in molti a saperlo a Firenze e, anche se lo sanno, continuano lo stesso a chiamarmi Tarzan. Chissà, forse per una vecchia storia risalente agli anni Trenta… sì, perché di anni ne ho 81. Sono nato nel 1923 in un sobborgo di Firenze, ultimo di cinque figli trascorrevo quasi tutto il giorno sull’Arno: capelli lunghi, niente costume ma un semplice straccio lì, come un selvaggio… ero giovane e volevo imitare Johnny Weissmuller, il famoso Tarzan. Facciamo un salto in avanti di sessant’anni e andiamo al 1983, anno durante il quale mio figlio Mauro con alcuni amici…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!