Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 03:32

Insegnare il coraggio

Anna Marvulli, Firenze

Tante volte sono uscita distrutta, ho pianto, ho pensato di non riuscire a fare questo lavoro. Ho dovuto fare appello a tutta la mia fede per credere fino in fondo che "io sono un Budda e merito rispetto"

Tante volte sono uscita distrutta, ho pianto, ho pensato di non riuscire a fare questo lavoro. Ho dovuto fare appello a tutta la mia fede per credere fino in fondo che "io sono un Budda e merito rispetto"
Dimensione del testo AA

Tante volte sono uscita distrutta, ho pianto, ho pensato di non riuscire a fare questo lavoro. Ho dovuto fare appello a tutta la mia fede per credere fino in fondo che “io sono un Budda e merito rispetto” Quest’esperienza parte da un sogno, un sogno tenuto per anni nel cassetto, che ho deciso di trasformare in realtà. Nel novembre 1996 mi sono laureata. Sì, a quarantun’anni! Per raggiungere questo traguardo ho lavorato e studiato per dodici anni. Avevo smesso di studiare a quindici anni e quattordici anni dopo, nel 1984, avevo deciso di iscrivermi alle scuole serali per prendere un diploma. In quel periodo lavoravo in fabbrica come centralinista-portiera-tuttofare. Dopo il diploma mi appassionai tanto allo studio da iscrivermi all’università. Avevo solo trent’anni, ma spesso trovavo persone che mi chiedevano perché studiassi ancora alla mia età. Io rispondevo che studiavo perché mi piaceva e che sognavo fin da piccola di…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!