862  | 
11 maggio 2024

Il presidente Harada incontra Papa Francesco

immagine di copertina

Il presidente della Soka Gakkai Minoru Harada la mattina del 10 maggio ha incontrato Papa Francesco nel Palazzo Apostolico di Città del Vaticano. All'inizio dell’incontro, il presidente Harada ha espresso la sua gratitudine per questa opportunità e Papa Francesco, sorridendo, gli ha stretto la mano e ha dichiarato: «La stavo aspettando».
Il dialogo di amicizia, pieno di spirito di collaborazione per un futuro di pace, è durato circa trenta minuti. 
Quando il presidente Harada ha detto: «Spero che in questi tempi confusi, come religioni che cercano la pace, possiamo superare le nostre differenze e agire insieme», il Papa ha risposto: «Questo è molto importante».
Il presidente Harada ha poi trasmesso la gratitudine della famiglia Ikeda per il messaggio di cordoglio che il Pontefice aveva inviato per la scomparsa di Daisaku Ikeda, nel quale aveva affermato: «Ricordo con riconoscenza il bene compiuto da Daisaku Ikeda nel corso della sua lunga vita, in particolare il suo impegno per la pace e la promozione del dialogo interreligioso» (cfr. NR, 842).

Minoru Harada ha, inoltre, ricordato che la Soka Gakkai lavora per l'abolizione delle armi nucleari da oltre mezzo secolo seguendo la determinazione del maestro Ikeda e che la SGI e ICAN (Campagna Internazionale per l'Abolizione delle Armi Nucleari) sono partner. Inoltre ha ricordato che il maestro Ikeda ha scritto molte Proposte di pace condannando l’utilizzo delle armi nucleari. Il Papa ha criticato con forza tali armi e ha detto che apprezza gli sforzi della Soka Gakkai in questa direzione.
In seguito, il presidente Harada ha affermato che la Soka Gakkai sta promuovendo un movimento per la pace basato sullo spirito espresso nell’incipit de La rivoluzione umana: «Nulla è più barbaro della guerra. Nulla è più crudele» (RU, 1, 1) e ha dichiarato di voler continuare a camminare insieme per la felicità dell'umanità e la pace nel mondo. Il Papa, esprimendo la sua preoccupazione per l'attuale situazione sociale, ha sottolineato che la guerra è un segno di sconfitta e deve essere assolutamente cancellata.

Dopo l'incontro con Papa Francesco, il presidente Harada ha incontrato il cardinale Mauro Gambetti, presidente della Fondazione Fratelli tutti. All'incontro hanno partecipato anche Kimiko Nagaishi, responsabile delle donne e giovani donne della Soka Gakkai, e Hirotsugu Terasaki, direttore generale del Dipartimento di pace e questioni globali della SGI.

Foto Vatican Media

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata