Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

29 gennaio 2023 Ore 00:59
Dimensione del testo AA

Per me venire al mondo è stata un’impresa non da poco, una grande fatica che mi ha causato non poche difficoltà motorie. Sono nata in un piccolo paese nel Parco Nazionale del Gran Sasso, privo di strutture sanitarie. Il trauma che subii alla nascita ad alcune articolazioni era irreversibile. Ho trascorso l’infanzia fra scuola e fisioterapia, riuscendo con molto impegno a conquistare una buona autonomia fisica, così a otto anni potevo muovermi, correre, giocare, come gli altri bambini. Mio padre è morto quand’ero ancora piccola, e sono cresciuta in un ambiente molto violento a causa dell’uomo con cui si era risposata mia madre. Dopo un breve matrimonio durato solo un anno, nel 1986 iniziai a praticare il Buddismo che risvegliò in me gioia e voglia di vivere, sepolte da anni di difficoltà. Proprio a una riunione di discussione conobbi il mio attuale marito e da allora ci dedichiamo insieme alle…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!