Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 02:20

I fiori e i frutti

Giovanni “Tomino” Sambonet, Fortaleza (Brasile)

«Il potere della pratica buddista si manifestò con una grande energia che sembrava controllare pienamente il timore, pur latente, di poter morire o anche solo fallire nell’attività lavorativa appena iniziata»

«Il potere della pratica buddista si manifestò con una grande energia che sembrava controllare pienamente il timore, pur latente, di poter morire o anche solo fallire nell’attività lavorativa appena iniziata»
Dimensione del testo AA

«Il potere della pratica buddista si manifestò con una grande energia che sembrava controllare pienamente il timore, pur latente, di poter morire o anche solo fallire nell’attività lavorativa appena iniziata» Sono italiano e in Italia ho iniziato a praticare il Buddismo, nel 1979, ma vivo in Brasile da quasi due anni, facendo attività buddista a Fortaleza, dove sono vice responsabile di un nuovo capitolo, pur abitando nella cittadina litoranea di Paracuru, dove, al momento, sono l’unico praticante. Non sono stati motivi gravi o urgenti a determinare il mio trasferimento nel Nuovo mondo; la mia vita in Italia non era stata sempre facile ma sostanzialmente ero contento del mio lavoro di gallerista a Milano che mi portava a circondarmi di opere d’arte provenienti da ogni parte del mondo. Certo l’imminente crisi globale già da tempo si rifletteva nel mercato dell’arte ma l’apprezzamento generale per le iniziative della nostra galleria riusciva a…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!