Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

13 aprile 2024 Ore 04:55

442

Stampa

I discepoli di Nichiren

Con una bella immagine, Nichiren paragona se stesso al re della foresta e i seguaci ai suoi cuccioli. La relazione fra il maestro e i suoi discepoli è forte e speciale. In questa prima parte, che verrà sviluppata ulteriormente nell’undicesima puntata della serie, Ikeda si sofferma su quattro elementi individuati da Nichiren per realizzare una vita veramente libera

Dimensione del testo AA

Con una bella immagine, Nichiren paragona se stesso al re della foresta e i seguaci ai suoi cuccioli. La relazione fra il maestro e i suoi discepoli è forte e speciale. In questa prima parte, che verrà sviluppata ulteriormente nell’undicesima puntata della serie, Ikeda si sofferma su quattro elementi individuati da Nichiren per realizzare una vita veramente libera «Il mio desiderio è che i discepoli di Nichiren siano i cuccioli del re leone e che non si facciano mai deridere dai branchi di volpi. È difficile incontrare un maestro come Nichiren che, dai remoti kalpa del passato fino a oggi, non ha mai lesinato né il corpo né la vita per svelare le colpe dei potenti nemici!» (Nel continente di Jambudvipa, WND, 2, 1062) Il mio mentore, il secondo presidente della Soka Gakkai Josei Toda, una volta disse a un gruppo di studenti: «Se davvero desiderate unirvi a me nel…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata