Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

30 gennaio 2023 Ore 09:19

I “cinquant’anni” di Ikeda, un nuovo inizio

Nella Soka Gakkai gli anniversari non hanno solo un valore formale, ma sono occasioni per riscoprire il legame fra passato, presente e futuro e poter cogliere lo spirito degli eventi. Dal 3 maggio 1960, giorno in cui il giovane Daisaku Ikeda diventa presidente, a oggi sono passati cinquant'anni. Sono pagine di storia, la nostra

Dimensione del testo AA

Nella Soka Gakkai gli anniversari non hanno solo un valore formale, ma sono occasioni per riscoprire il legame fra passato, presente e futuro e poter cogliere lo spirito degli eventi. Dal 3 maggio 1960, giorno in cui il giovane Daisaku Ikeda diventa presidente, a oggi sono passati cinquant’anni. Sono pagine di storia, la nostra Cinquant’anni fa Daisaku Ikeda diventava presidente della Soka Gakkai. Era il 3 maggio del 1960. Da quel giorno comincia una grande evoluzione. Una fioritura che era stata anticipata e preparata molti decenni prima dal presidente Tsunesaburo Makiguchi e secoli addietro da Nichiren Daishonin. Il Buddismo di Nichiren avrebbe finalmente superato i confini del Giappone e kosen-rufu avrebbe cominciato a essere l’attività costante dei membri in ogni parte del mondo. Una catena che fino a oggi unisce centonovantadue paesi e oltre dodici milioni di persone. Con Ikeda si sarebbe inoltre avverato il “sogno” del secondo presidente, Josei…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!