Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 02:53

Ho trovato le parole per dirlo

Giorgia Fois, Cagliari

Ho sentito profondamente che anche se fossi rimasta tutta la vita così, avrei potuto comunque vivere bene ed essere felice, che potevo guarire l'indomani, ma anche riammalarmi il giorno dopo e che quindi, al di là di questo, dovevo godermi ogni momento

Ho sentito profondamente che anche se fossi rimasta tutta la vita così, avrei potuto comunque vivere bene ed essere felice, che potevo guarire l'indomani, ma anche riammalarmi il giorno dopo e che quindi, al di là di questo, dovevo godermi ogni momento
Dimensione del testo AA

Ho sentito profondamente che anche se fossi rimasta tutta la vita così, avrei potuto comunque vivere bene ed essere felice, che potevo guarire l’indomani, ma anche riammalarmi il giorno dopo e che quindi, al di là di questo, dovevo godermi ogni momento Ho iniziato a praticare il Buddismo di Nichiren Daishonin a ventun anni, a pochi mesi dalla morte di mia madre. Recitare Daimoku in quel momento mi consentì di “ammorbidire” il dolore e di sostenere tutta la mia famiglia. Dopo poco tempo, mio padre e mia sorella sono diventati membri e tutt’ora si dedicano a kosen-rufu. Mi sono sempre impegnata nelle attività giovani della Soka Gakkai, realizzando così grandi vittorie in tutti gli ambiti della mia vita. Nel 2009 partecipai al corso mondiale giovani in Giappone, al quale era presente il presidente Ikeda. Lì promisi a sensei di diventare completamente felice, di non scendere più a compromessi e di…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!