Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 13:06

Ho salvato due vite

Maurizio Infantino, Roma

«Mentre recitavo Daimoku, mi vennero i brividi pensando che proprio io che avevo tanto offeso la mia vita con tentativi di suicidio, eccessi e altre cose, avevo avuto un compito tanto grande come quello di salvare una vita!»

Dimensione del testo AA

«Mentre recitavo Daimoku, mi vennero i brividi pensando che proprio io che avevo tanto offeso la mia vita con tentativi di suicidio, eccessi e altre cose, avevo avuto un compito tanto grande come quello di salvare una vita!» Ho iniziato a praticare il Buddismo nel 1987 e la situazione della mia vita era la seguente: lavoravo in una cooperativa per l’assistenza agli anziani, pagato malissimo e raramente. Avevo una relazione sentimentale triste che era diventata l’unico motivo della mia vita, bevevo e prendevo tranquillanti dopo aver passato gli anni precedenti con l’anoressia prima e la bulimia poi. Inoltre fumavo 30-40 sigarette al giorno. Quando non litigavo con il mio partner passavo le giornate lamentandomi con gli amici che ancora mi sopportavano oppure a bere, sicuro che fosse l’unico modo per rendere accettabile la realtà. In definitiva avevo una vita disastrosa; unica nota positiva era il lavoro sociale che avevo scelto…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!