Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 03:04

Grazie a mio figlio

Susanna Demi, Cecina (LI)

«Una lotta all'ultimo sangue tra il panico e la certezza della vittoria, tra sentirmi determinata, invece che rassegnata, a vincere la distruttività nascosta nella mia stessa vita»

«Una lotta all'ultimo sangue tra il panico e la certezza della vittoria, tra sentirmi determinata, invece che rassegnata, a vincere la distruttività nascosta nella mia stessa vita»
Dimensione del testo AA

«Una lotta all’ultimo sangue tra il panico e la certezza della vittoria, tra sentirmi determinata, invece che rassegnata, a vincere la distruttività nascosta nella mia stessa vita» Ho iniziato a praticare il Buddismo nel febbraio del 1987: i miei genitori si erano separati già da qualche anno, ma io soffrivo ancora molto e, inoltre, il ragazzo con cui ero fidanzata da nove anni mi aveva lasciata per un’altra donna. Nei primi quattro anni di pratica recitai otto milioni di Daimoku per trovare un lavoro fisso e il compagno giusto: obbiettivi pienamente raggiunti nel novembre del 1990. Conquistata la stabilità economica e sentimentale dovetti affrontare una brutta depressione: non potevo più guidare, uscire da sola, stare in mezzo alla gente senza avere attacchi di panico. Tanto Daimoku e molti sforzi per partecipare comunque alle attività dell’organizzazione che mi permisero di uscirne fuori entro un anno. Nel 1994 io e Luca ci…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!