Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 13:12
Dimensione del testo AA

Sono nata a Hiroshima tre giorni dopo la bomba atomica. A causa degli effetti collaterali delle radiazioni, ho sempre avuto problemi di salute e un sistema immunitario debole. Ma mia madre mi ha sempre incoraggiato a pensare che a ogni malattia che mi colpiva dovevo scegliere: o usarla come un’opportunità per progredire e creare qualcosa di nuovo o indietreggiare. Grazie alla mia pratica buddista ho sempre usato ogni situazione per crescere. La mia cattiva salute non è mai stata un ostacolo, anzi sfidandola sono diventata più forte e più saggia. Oggi a Hiroshima ci sono tre gruppi di persone. Ci sono quelli che sono ancora profondamente adirati per ciò che è successo a loro e alle loro famiglie tanti anni fa. C’è un secondo gruppo che non vuole parlarne, che cerca di rimuovere completamente ciò che è accaduto. Un terzo gruppo, che comprende i membri della Soka Gakkai, è costituito…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!