Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 febbraio 2023 Ore 08:53

È solo questione di ritmo

Alex Po, Reggio Emilia

Era come aver scoperto una pagina nuova di un libro dove c'era scritto che io non desideravo suonare musica classica, ma andare su un palco, saltare, ballare, suonare il basso elettrico e cantare del rock

Dimensione del testo AA

Era come aver scoperto una pagina nuova di un libro dove c’era scritto che io non desideravo suonare musica classica, ma andare su un palco, saltare, ballare, suonare il basso elettrico e cantare del rock Era il 1993 quando per la prima volta ho recitato Nam-myoho-renge-kyo. Mio padre è morto quando avevo cinque anni e mia mamma mi ha cresciuto insieme a mia zia. Vivevamo in affitto in una casa popolare e i soldi non erano mai abbastanza. Io contribuivo come potevo e mia madre mi pagava gli studi in conservatorio. Desideravo suonare il contrabbasso, avere una casa dignitosa e una vita felice per mia madre e per me. Tra il ’95 e il ’96 andai due volte in Giappone per fare visita ad alcuni membri giapponesi del Club Italia dell’Università Soka di Tokyo che avevo conosciuto in Italia. Fu un’esperienza dopo l’altra. Ero partito recitando due ore al giorno…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!