Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

13 aprile 2024 Ore 04:26

804

Stampa

Daimoku europeo in occasione del 2 aprile e del 28 aprile

Dimensione del testo AA

Questo aprile abbiamo due momenti importanti da commemorare insieme.
Il 2 aprile 1958, la scomparsa del secondo presidente della Soka Gakkai Josei Toda e il 28 aprile, la proclamazione di Nam-myoho-renge-kyo da parte di Nichiren Daishonin.
Queste due ricorrenze ci permettono di rideterminare di portare avanti kosen-rufu in Europa insieme al nostro maestro Daisaku Ikeda, un passo alla volta, verso una felicità indistruttibile e una pace duratura.
Il presidente Toda incoraggiò incessantemente il suo giovane discepolo Daisaku Ikeda prima della sua morte:

«“Erano tutti in attesa, stavano tutti aspettando” disse, chiamando a raccolta le sue ultime forze per pronunciare quelle parole. “Tutti stavano ricercando il Buddismo di Nichiren Daishonin. Voglio partire, voglio mettermi in viaggio, andare nel mondo per kosen-rufu…”» (NRU, 30, 782)

Sensei ha affermato che il suo cuore batteva al ritmo del voto del suo maestro: 

«Ho sempre agito in accordo con il coraggioso ruggito di leone del mio maestro, celebrando ogni anno l’anniversario della sua morte con la prova concreta delle mie vittorie. Per i discepoli, il periodo che va dal 2 aprile al 3 maggio è il tempo di mostrare al maestro la prova concreta delle proprie vittorie.  È anche il tempo in cui promettere al maestro di realizzarne di nuove, e di agire per farlo» (NR, 645)

In questa domenica, 2 aprile, dalle 11:00 alle 12:00, con il ruggito del nostro potente Daimoku per kosen-rufu in Europa e nel mondo, uniamoci con il motto “One Europe with Sensei”  mentre ci dirigiamo verso il 3 maggio e verso il 50° anniversario della Conferenza europea, il 13 maggio.

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata