Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 01:46

Conflitti inevitabili

Sebastian Porcu, Cagliari

«Senza grandi difficoltà non esisterebbe il devoto del Sutra del Loto». Leggendo queste parole sentii che non dovevo aver paura della sofferenza, ma proprio come un grande mare, accoglierla e contenerla. Percepii la mia vita come quella del Budda, che è infinitamente più grande di tutta la sofferenza che può arrivare

«Senza grandi difficoltà non esisterebbe il devoto del Sutra del Loto». Leggendo queste parole sentii che non dovevo aver paura della sofferenza, ma proprio come un grande mare, accoglierla e contenerla. Percepii la mia vita come quella del Budda, che è infinitamente più grande di tutta la sofferenza che può arrivare
Dimensione del testo AA

«Senza grandi difficoltà non esisterebbe il devoto del Sutra del Loto». Leggendo queste parole sentii che non dovevo aver paura della sofferenza, ma proprio come un grande mare, accoglierla e contenerla. Percepii la mia vita come quella del Budda, che è infinitamente più grande di tutta la sofferenza che può arrivare Tutto iniziò il giorno in cui mio fratello, che da anni soffriva d’epilessia, si avventò, in preda a delle allucinazioni, violentemente su mio padre: dopo questo episodio i miei genitori dovettero portarlo al Centro d’igiene mentale. Io avrei voluto mettere la testa sotto il cuscino e non alzarmi più dal letto finché tutto non fosse finito. Presto capii, però, che per superare questa grave situazione, avrei dovuto compiere un grande approfondimento in termini di fede. I primi giorni passarono in modo molto sofferto. Svegliarsi era come un pugno nello stomaco. L’unica cosa che potevo fare era andare di fronte…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!