Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

21 aprile 2024 Ore 08:15

590

Stampa

Con una fede incrollabile

Carlo Di Maro, Faenza

Quando sono andato a ritirare gli esami ero sereno. Il medico mi spiegò con stupore che il midollo non stava più producendo “cellule pazze”. La mia guarigione era totale. Fu una vittoria assoluta. Da quel giorno decisi di dedicare ogni vittoria al presidente Ikeda sentendo crescere con naturalezza questo legame

Dimensione del testo AA

Quando sono andato a ritirare gli esami ero sereno. Il medico mi spiegò con stupore che il midollo non stava più producendo “cellule pazze”. La mia guarigione era totale. Fu una vittoria assoluta. Da quel giorno decisi di dedicare ogni vittoria al presidente Ikeda sentendo crescere con naturalezza questo legame Nei primi anni di pratica, la mia vita era sregolata, votata alla droga e all’alcool, per cui la mia mente, il Daimoku e lo studio erano incostanti. In più il mio carattere, forgiato in un rione popolare di Napoli, non lasciava spazio agli altri. Nel 2004 decisi di ricevere il Gohonzon per cambiare la mia vita. Mi trasferii a Faenza con mia madre dove mi venne proposta la responsabilità di hombu giovani uomini. Mi scontrai subito con i miei limiti: ascoltare veramente le persone, aumentare il Daimoku, vedere la Buddità in ognuno e soprattutto trasformare la mia tendenza a sopraffare gli…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata