Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

13 aprile 2024 Ore 04:29

    820

    Stampa

    Bilancio 2022 – Un estratto della Relazione morale

    Pubblichiamo in queste pagine un estratto della Relazione morale, documento fondamentale che accompagna il Bilancio dell’IBISG e illustra le sue iniziative in ambito istituzionale e sociale

    Dimensione del testo AA

    Il Consiglio Nazionale e il Comitato Direttivo finanziario hanno approvato il bilancio 2022 dell’Istituto Budista Italiano Soka Gakkai.
    Con la pubblicazione su Il Nuovo Rinascimento della Relazione morale anche quest’anno si vuole rendere partecipi tutti i fedeli delle attività realizzate dall’Istituto sia in ambito sociale che istituzionale, delle attività editoriali, oltre che dei progetti e delle attività del Comitato Senzatomica e, non ultimi, dei progetti finanziati con i fondi dell’otto per mille.
    In queste pagine trovate una rendicontazione sulle attività svolte e sui risultati ottenuti, nonché una sintesi delle aree di composizione dei proventi e degli oneri.

    Premessa

    L’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, costituitosi nel 1998 come Ente di religione e di culto senza fini di lucro, è stato riconosciuto con Decreto del Presidente della Repubblica del 20 novembre 2000.
    La missione dell’Istituto e dei suoi fedeli è diffondere la pace, gli insegnamenti buddisti e sostenere la vita di ogni singolo individuo, che racchiude in sé il potenziale per trasformare la propria esistenza e la società che lo circonda tramite la propria rivoluzione umana e il dialogo.
    Nel 2022 le attività dell’Istituto si sono svolte sia in presenza che online, utilizzando mezzi informatici e social media, con l’obiettivo di sostenere ogni singola persona, in perfetto accordo con gli insegnamenti del Budda.


    L’organizzazione e la sua struttura

    L’Istituto è articolato in strutture locali, regionali e nazionali, ed è diretto e gestito dagli organi istituzionali, come previsto dallo Statuto, col supporto delle seguenti strutture organizzative: amministrazione, affari generali, information tecnology, relazioni esterne e ufficio di coordinamento dei comitati centri.
    Dopo i primi mesi, caratterizzati da attività online per il prolungarsi delle restrizioni nazionali legate al periodo emergenziale, nel 2022 sono gradualmente riprese le attività in presenza, sia nei nostri Centri culturali che nelle case private, pur mantenendo in alternativa la possibilità di svolgere le riunioni online. 
    Grazie all’esperienza maturata nei due anni precedenti nell’utilizzo degli strumenti tecnologici, quali videoconferenze, applicazioni su cellulari e computer, è stato possibile effettuare online le attività che non potevano essere svolte in presenza, sia a livello locale che nazionale e internazionale.


    I nostri centri culturali, luoghi di culto e di attività

    I luoghi di culto sono anche Centri culturali, dove si svolgono le attività dell’Istituto; alcuni sono di proprietà, altri in affitto e in comodato. Le attività di minori dimensioni solitamente si svolgono nelle case private.
    Le attività si sono svolte nei nostri Centri e nelle case private, online per una parte del 2022 e, a partire dal secondo semestre dell’anno, anche in presenza, sia nei nostri Centri che nelle case, nel rispetto delle diverse esigenze emerse. 

    I centri culturali di proprietà

    Firenze – “Le Brache Villa di Bellagio” nobile dimora rinascimentale che dal 1986 è divenuta proprietà e sede nazionale dell’Istituto e dal 2012 Centro Europeo, per i corsi della Soka Gakkai.

    Centro culturale di Firenze

    Cecina (LI) – “Centro culturale della gloria di Piermattei e Geiger”, donato all’Istituto nel 2008.
    Falconara Marittima (AN), acquistato nel 2008.

    Corsico (MI)“Centro culturale Ikeda di Milano per la pace” completato nel 2014, accoglie nella sala grande circa 900 persone oltre agli altri luoghi della Cascina adibiti al culto. 

    Centro culturale Ikeda per la pace di Milano
    I centri culturali in affitto e in comodato

    Gli altri Centri condotti in affitto sono nelle seguenti città: Roma, Bari, Bologna, Livorno, Torino, Cagliari, Grosseto, Salerno, Genova, Palermo, Catania, Rende (CS) e da novembre 2022 anche Napoli, che verrà inaugurato nel 2023. I luoghi offerti in comodato nel 2022 si trovano a Thiene (VI) e Taranto.
    Tutti i centri nel 2022 sono stati aperti per riunioni programmate, quali cerimonie dedicate ad accogliere nuovi fedeli, o riunioni di incoraggiamento, nel rispetto delle normative regionali o nazionali, legate al periodo emergenziale. Dal mese di ottobre vi è stata una graduale ripresa di tutte le consuete attività.


    L’attività tipica promossa dall’Istituto

    Le attività tipiche dell’Istituto sono principalmente rivolte ai fedeli per far conoscere e approfondire le basi del Buddismo e della sua pratica, quali la preghiera e lo studio del Buddismo di Nichiren Daishonin, condividendo anche le esperienze derivanti dalla pratica buddista. 
    Anche nel 2022 è stato mantenuto un calendario mensile delle attività che prevede una settimana totalmente dedicata all’incoraggiamento personale, concentrando le attività sugli incoraggiamenti individuali.
    A queste attività si sono affiancati gli incontri a livello di gruppo e le riunioni di approfondimento dei principi buddisti, sia in presenza che online.
    Tutto ciò ha consentito di raggiungere nelle riunioni di discussione online un massimo di 29.714 partecipanti.
    La conversione al Buddismo della Soka Gakkai avviene attraverso una cerimonia, durante la quale viene affidato alla persona Il Gohonzon, il nostro oggetto di culto. In tal modo si diventa fedeli dell’Istituto. 
    Nel 2022 sono entrati a far parte dell’Istituto 1.175 nuovi fedeli, di cui 1.059 hanno ricevuto il Gohonzon.


    Le riunioni nei Centri culturali e i corsi

    Nei nostri Centri, si svolgono attività di culto e, in quelli di maggiori dimensioni, riunioni di studio mensili, riunioni di incoraggiamento a cura dei responsabili e altre attività specifiche che possono riguardare i vari staff di cui fanno parte i fedeli. 

    Nel corso del 2022 le riunioni presso i Centri culturali sono gradualmente riprese, nel rispetto dei protocolli interni di sicurezza e delle normative regionali e nazionali. 

    Contestualmente si sono svolte diverse riunioni in modalità video:

    • Le riunioni giovani mamme nel mese di aprile con 157 riunioni con 2.042 partecipanti;
    • la commemorazione del 10° anniversario del Gruppo Futuro, cioè dei giovanissimi, il 5 maggio 2022;
    • le riunioni donne e giovani donne nel mese di giugno in video e in presenza, in 1.200 luoghi di riunione in tutta Italia.

    Anche nel 2022 sono stati pubblicati nel canale YouTube “Soka Gakkai Italia” numerosi video, di cui una parte dedicata ad argomenti di studio; inoltre numerose sono state anche le iniziative svolte online relative a riunioni nazionali, corsi, conferenze, che hanno visto una partecipazione significativa, nonostante la ripresa graduale delle attività in presenza. 
    Considerando che lo studio del Buddismo e le esperienze raccontate dai fedeli permettono di approfondire la fede insieme alla pratica della preghiera e della propagazione, la possibilità di incontrarsi online o in presenza è importante, anche perché attraverso l’approfondimento degli scritti di Nichiren Daishonin è possibile riconoscere e affrontare dal punto di vista corretto le avversità della vita, consolidando e rafforzando la fede. 
    In particolare, nel 2022 si sono tenuti i seguenti incontri nazionali:

    INCONTRI NAZIONALIDATALUOGO N.PARTECIPANTI
    Consulta 30/1Video200
    Riunione nazionale Donne (+ repliche)27/2Video4.065 (+ 6.000)
    Riunioni Giovani mamme1-10/4Italia2.042
    Consulta10/4Video200
    Riunione maturandi30/4Video30
    Riunione responsabili regionali e nazionali29/5Video350
    Riunioni donne e giovani donne11-19/06Italia24.400
    30° anniversario dell’inaugurazione del Centro culturale di Firenze (K30)28/06Centro culturale di Firenze2.500
    Riunione Gruppo uomini (nord, centro, sud)16-24/7Centri culturali di Corsico, Firenze e Roma105
    Riunione responsabili regionali e nazionali24-25/7video700
    Corso nazionale giovani17-18/09Centro culturale di Roma111
    Festa della famiglia Soka26/11Centro culturale di Roma1.300
    Corso responsabili regionali e nazionali3-4/12Centro culturale di Corsico300
    Riunione nazionale redazioni, Senzatomica17/12video150
    Riunione nazionale referenti Giovani mamme18/12video300

    A livello internazionale i responsabili italiani hanno partecipato a quattro corsi europei.

    INCONTRI EUROPEIDATALUOGOPAESIPARTECIPANTI
    Summit europeo15-16/01video36400
    Corso europeo studenti6-8/08video20255
    Corso di studio europeo dei giovani27-28/08video36750

    L’attività dell’Istituto d’interesse pubblico e sociale 

    Le attività nel sociale

    Tutte le attività si fondano sulla divulgazione dei valori universali di pace, rispetto della vita in tutte le sue forme e dialogo anche con altre confessioni, princìpi promossi dalla Soka Gakkai e in particolare dal presidente Daisaku Ikeda. 
    L’Istituto, con lo stesso intento, realizza e prende parte a mostre, conferenze e altre iniziative culturali e interreligiose. 
    Nel corso del 2022 si sono tenuti diversi incontri interreligiosi, tra cui:

     INCONTRO PROMOSSO DA LUOGO EVENTO
    Gruppo di dialogo interreligioso per la pace Cosenza“La guerra impone la riflessione. Al via gruppi di preghiera” 
    Istituto Superiore A. Volta Liceo Aula Magna – SassuoloDialogo tra Cristianesimo, Buddismo ed Islamismo
    Comunità Laudato sì BozzoloCentro di spiritualità Piccola Betania -MantovaFesta del Creato: Ascolta la voce del Creato 
    Comunità di Sant’EgidioCentro congressi la Nuvola – RomaIl grido della Pace
    Consulta delle comunità delle religioniParco – SpeziaMomento di preghiera 
    Forum delle religioniBasilica di San Lorenzo Maggiore – MilanoSinergie di Pace
    Curia Diocesana di Milano Parco – Milano“Impariamo dal Fico. Comunità in cammino, in ascolto del grido della Terra”. 
    Comitato InterfediCentro interculturale – TorinoPreghiera interreligiosa all’interno della tavola rotonda ‘Noi siamo con voi per la pace e la giustizia’
    Assemblea pubblica delle ReligioniTorinoDialogo 
    Pastorale Migranti Duomo – TorinoFestival dell’accoglienza
    Chiesta cattolica, comunità islamica, univ.spirituale Mondiale di volontariato Brahma Kumaris, Labint, Comunità Cristiana “Per le strade del Mondo e Soka GakkaiOlbia“Una preghiera per la pace”
    Consulta per la Pace PalermoNon violenza e diritti umani
    Circolo Laudato  SìArea interreligiosa dell’Ospedale San Marco – Catania“La cura del Creato” e “Cura delle relazioni interpersonale, per sapere ascoltare e  dialogare”
    Diocesi PalermoArcivescovado – PalermoVeglia interreligiosa “Insieme per la salvaguardia del creato”
    Religioni in dialogoOspedale San Marco, Giardini – CataniaInaugurazione della prima area interreligiosa in una struttura sanitaria siciliana
    Varie organizzazioni religioseTrapaniTempo del creato 
    Comunità di Sant’EgidioStrade centro storico – FirenzeMarcia della memoria e della pace 
    Diocesi di Terni Piazza – TerniPreghiera interreligiosa per la pace
    “Punto di vista” in onda su canale 210Sede TV – TerniLa coesione tra le diverse religioni
    Articolo 19VeneziaCustodiamo i passi di pace – maratona di preghiere, pensieri o letture 

    L’Istituto ha partecipato inoltre, in presenza o in video, ad eventi pubblici dove ha potuto trasmettere i valori del Buddismo, della sacralità della vita e del suo ambiente:

    Incontro promosso daLuogoTitolo/Oggetto
    Accademia europea delle religioniSede Accademia – BolognaPanel Soka Gakkai’s Campaign for Nuclear Disarmament: Origins, Scope, and future” 
    Comune di RavennaSala del Comune – RavennaPartecipazione al Dantedì
    DiReSoM -CISP –  RUniPace Camera dei deputati – RomaTavola rotonda “L’uguale libertà religiosa in Italia”
    Trasmissione Good morning GenovaTV – GenovaIncontro Interconfessionale per la “Pace, il Dialogo e la Solidarietà  Fermate il massacro”
    Università della Terza EtàAule università – ChivassoPartecipazione al ciclo di incontri dell’“Università del Dialogo”
    Comune di Torino TorinoSalone internazionale del libro “I portici di carta”
    Religioni in dialogoSede scout – CataniaIncontro con gli scout
    Assessore ai Rapporti con le Confessioni religiose del ComunePalazzo del Comune Firenze Fede in Dio e pace tra noi: la nostra spiritualità come impegno di fraternità e di pace
    Assessore ai Rapporti con le Confessioni religiose del ComuneCentro La Pira – FirenzeRipartiamo insieme: “Un coro di pace”
    Assessore ai Rapporti con le Confessioni religiose del ComuneFestival – FirenzeFestival dell’Italia gentile – Fede e bellezza
    Comune di FiesoleFiesoleManifestazione per la Pace
    Gruppo Articolo 19 e SSIIMVeneziaSeminario luoghi di culto e pianificazione urbanistica nella città delle diversità
    La mostra “l’eredità della vita”
    Il Comitato Senzatomica

    L’Istituto ha promosso fin dal 2012 l’allestimento e la diffusione della mostra denominata Senzatomica, con l’obiettivo fondamentale di raggiungere il disarmo nucleare. 
    La mostra è di per sé uno strumento educativo destinato a persone di tutte le fasce d’età, con una particolare attenzione ai giovani studenti sin dagli otto anni.
    In tale contesto è stato costituito nel 2012 il Comitato Senzatomica, che ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle armi nucleari e sulla concreta possibilità del disarmo a livello globale. 
    Il Comitato nel 2022 ha proseguito le attività finalizzate alla progettazione di un concept avanzato per la nuova mostra Senzatomica e alla sua realizzazione, anche con riprese video fatte direttamente in Giappone da una delegazione di Senzatomica, che è riuscita a filmare luoghi di testimonianza degli effetti della bomba atomica.
    Il 18 dicembre è stato completato il collaudo della nuova mostra che verrà promossa nel 2023 a Brescia-Bergamo e a Roma nel 2024.
    Nel 2022 sono proseguite le altre attività di Senzatomica, costituite da varie manifestazioni e incontri, in particolare con figure istituzionali straniere e italiane, sia a livello locale che nazionale. Il fine è incoraggiare sempre più l’adesione dell’Italia al TPNW (Treaty on the Prohibition of Nuclear Weapons – Trattato per la proibizione delle armi nucleari), tramite la sensibilizzazione delle istituzioni, dell’opinione pubblica e della società civile.


    L’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai e i fondi 8×1000

    L’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, avendo sottoscritto con lo Stato italiano l’Intesa formalizzata con la Legge n. 130/2016, partecipa, di conseguenza, assieme ad altre undici confessioni religiose e allo Stato, alla ripartizione dell’8×1000. 
    Con delibera del Consiglio Nazionale del 2 ottobre 2016, l’Istituto ha stabilito di utilizzare i fondi dell’8×1000 a sostegno di attività sociali e umanitarie, abbracciando il valore dell’umanesimo buddista come principio ispiratore. Le principali aree di intervento sono: 

    • i diritti umani, 
    • l’educazione, 
    • l’ambiente, 
    • la cultura e la ricerca. 
    L’8×1000 all’Istituto – fondi 2018 ripartiti nel 2022

    Nel 2022 l’Istituto ha ricevuto i fondi dell’8×1000 relativi alle scelte espresse dai contribuenti nel 2019 sui redditi 2018. Come riportato nella pagina dedicata del sito del Dipartimento delle Finanze (Dipartimento delle Finanze – Statistiche fiscali – Otto per mille – Serie storiche), tali fondi corrispondono in totale a € 5.974.510,00, risultanti dalle scelte espresse da 72.077 contribuenti italiani.
    Di questi fondi, al 31/12/2022 € 2.600.308,42 sono stati già assegnati a progetti nelle aree di intervento Educazione e Diritti Umani.

    Programmazione e aree di intervento

    Le aree di intervento su cui l’Istituto ha orientato lo sviluppo e il finanziamento di progetti con i fondi 8×1000 del 2022 — in coerenza con quanto rappresentato nella Proposta di pace inviata dal presidente della Soka Gakkai Internazionale Daisaku Ikeda alle Nazioni Unite — sono state Diritti Umani (compresi progetti legati a emergenze umanitarie in corso), Ambiente ed Educazione.
    In tali ambiti è stata prevista una programmazione dei fondi che ha portato alla selezione di progetti ancora in corso di realizzazione sul territorio nazionale.
    Di seguito un riepilogo della programmazione dei fondi 2022 al 31/12/2022:

    AREE DI INTERVENTODOTAZIONE FONDI (€)
    Spese di gestione430.000
    Ambiente1.000.000
    Diritti Umani3.000.000
    Educazione1.500.000
    Da programmare al 31/1244.510
    Totale fondi 20225.974.510

    Di questi, al 31/12/2022, € 824.120,00 sono stati già assegnati a progetti nell’area Educazione mentre € 1.776.188,42 nell’area Diritti Umani.

    AREE DI INTERVENTODOTAZIONE FONDI (€)
    Spese di gestione430.000
    Ambiente1.000.000
    Diritti Umani3.000.000
    Educazione1.500.000
    Da programmare al 31/1244.510
    Totale fondi 20225.974.510
    I progetti al 31/12/2022

    L’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai desidera creare il massimo valore con i fondi dell’8×1000 per promuovere su scala mondiale i valori della pace, della cultura e dell’educazione e rendere concreti i valori della Soka Gakkai nella società, a beneficio di tutte le persone.
    Su questa base, al 31/12/2022 l’Istituto ha assegnato un contributo a valere sui fondi 2022 a progetti per l’implementazione dei seguenti obiettivi, in coerenza con quelli stabiliti nelle annualità precedenti e con lo scopo di dare continuità ad alcuni di questi interventi, in particolare: 

    • integrazione dei rifugiati in Italia, con l’intento di estendere il progetto su 10 comuni italiani e la previsione di raggiungere 490 rifugiati entro la fine del 2023 per favorire la loro inclusione sociale in un percorso di autonomia e speranza per il futuro (Spazi Comuni);
    • salute per le popolazioni più vulnerabili, con l’obiettivo di proteggere la popolazione di Beira, in Mozambico, da malattie come HIV e correlate, servizi migliorati per la salute delle donne e sostegno nutrizionale per i minori esposti alla malnutrizione, oltre a interventi di prevenzione e trattamento della pandemia di Covid-19 (Dream Mozambico);
    • educazione alla pace, formazione, informazione, sensibilizzazione e responsabilizzazione, per un mondo libero dalle armi nucleari (Senzatomica);
    • sviluppare, implementare e valutare un programma educativo integrato nelle scuole secondarie di primo e secondo grado che contribuisca all’individuazione, prevenzione e contrasto della violenza tra pari tra gli adolescenti (Youth For Love);
    • Supportare le donne che subiscono violenza di genere, e loro eventuali figli, a fuoriuscire dalla situazione di violenza, garantendone la protezione e la realizzazione dei loro diritti umani fondamentali e accompagnarle in un percorso di liberazione e autonomia, mantenendo un aspetto di umanità e professionalità (REAMA);

    Di seguito un prospetto della ripartizione dei fondi tra gli interventi che hanno beneficiato dei fondi 2022 al 31/12/2022:

    AREAPROGETTOSOGGETTOIMPORTO
    Diritti UmaniSpazi ComuniUNHCR€‎               962.448,33
    Diritti UmaniDREAM: Protezione per la popolazione vulnerabile di BeiraComunità di S. Egidio€‎               513.740,09
    Diritti UmaniREAMAFondazione Pangea€‎               300.000,00
    EducazioneSenzatomicaComitato Senzatomica€‎               624.945,00
    EducazioneYouth for LoveAction Aid Italia€‎               199.175,00
    Totale  €‎               2.600.308,42
    Risultati e previsioni

    Nel corso di questi primi tre anni di utilizzo dei fondi sono stati realizzati diversi obiettivi in termini di persone raggiunte, soggetti coinvolti, città e realtà associative coperte.
    Su un totale di 36 progetti sostenuti al 31/12/2022, si stimano circa 168.445 persone raggiunte, per 110 città coperte e 230 associazioni in rete con i soggetti destinatari dei fondi coinvolte nella realizzazione del progetto. 
    Le verifiche sugli obiettivi raggiunti e dichiarati sono periodicamente effettuate dall’Istituto tramite visite di monitoraggio in loco, oltre che tramite le verifiche sui documenti giustificativi allegati alle rendicontazioni.


    L’attività accessoria

    L’attività accessoria riguarda specificatamente l’attività editoriale dell’Istituto e costituisce un’attività di sostegno all’attività istituzionale; le nostre pubblicazioni – Il Nuovo Rinascimento e Buddismo e società – sono essenzialmente acquistate dai nostri fedeli in quanto sono uno strumento necessario per sviluppare una pratica corretta e per approfondire la fede e lo studio del Buddismo.
    Le risorse economiche derivanti da tale attività editoriale vengono utilizzate per sostenere l’attività istituzionale. 
    Il materiale di studio e di approfondimento del buddismo è frutto dell’attività editoriale, svolta da dipendenti, collaboratori e sostenuta anche da volontari, che operano in quasi tutta Italia utilizzando le strutture presenti nei Centri per riunirsi e offrire il loro contributo creativo. Le redazioni delle riviste sono per Il Nuovo Rinascimento a Firenze e Roma e per Buddismo e società a Roma.
    Il materiale dello studio del Buddismo è costituito principalmente dalle riviste periodiche sopra citate, nonché dai libri, editi sia dall’Istituto che da Esperia (società controllata dall’Istituto).
    Le riviste, nel format editoriale del 2022 (avviato nel 2021), sono:

    • Buddismo e Società, rivista mensile, edita sia cartacea che digitale.
    • Il Nuovo ­Rinascimento, rivista settimanale digitale (fino al 2022). A coloro che hanno un abbonamento cartaceo + digitale, in allegato a Buddismo e società viene spedita anche NR Selezione, una selezione cartacea di articoli pubblicati online sul sito di NR.

    Dal 1 gennaio 2023 Il Nuovo Rinascimento è stato completamente rinnovato:
    il sito www.ilnuovorinascimento.org presenta ora un aggiornamento quotidiano di articoli e notizie. Questo prodotto editoriale permette di trasmettere il più velocemente possibile gli incoraggiamenti del maestro Ikeda e le linee guida della Soka Gakkai a tutte le persone, e informare tempestivamente su eventi, notizie riguardanti l’Istituto e le attività dei fedeli. Inoltre, la vendita agli abbonati di un unico prodotto editoriale, comprendente entrambe le testate sia in versione cartacea che digitale, permette la riduzione di prezzo dell’abbonamento, poiché si riducono i costi di stampa e spedizione. Si abbatte notevolmente anche l’impatto ambientale, poiché si utilizza meno carta, meno benzina per il trasporto e meno plastica per il confezionamento.


    Analisi dei risultati conseguiti nel periodo e movimentazione fondi

    Il risultato della gestione dell’esercizio chiuso al 31.12.2022, in continuità con gli esercizi precedenti, è stato positivo.
    Come rappresentato nel grafico, i proventi conseguiti sono costituiti principalmente da:

    • proventi da Attività Tipica, ovvero derivanti dalle offerte dei fedeli, per circa l’80% dei proventi totali; 
    • proventi da Attività Accessoria, derivanti dalla attività editoriale, per circa il 18% dei proventi totali; 
    • proventi da Attività Finanziaria per circa il 2%.
    Le risorse realizzate nell’esercizio sono state impiegate per:
    • oneri da Attività Tipica per utilizzo dei Centri culturali e svolgimento di attività istituzionali italiane e estere;
    • oneri da Attività Accessoria per le produzioni editoriali dell’Istituto;
    • oneri da Attività Finanziaria e Patrimoniale per gestione e imposte relative a conti bancari, postali e investimenti;
    • oneri da Attività di Supporto Generale per gli organi istituzionali, la struttura amministrativa, il centro elaborazione dati, le relazioni esterne, gli affari generali e i comitati centri;
    • oneri da Altri Oneri e Proventi per oneri residuali.

    ©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata