Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

7 febbraio 2023 Ore 03:34

Basta scappare!

Cristian Pretolani, Forlì

Avevo perso tutto: ragazza, lavoro, amici... era crollata quella che credevo fosse la mia realtà in quel momento. Giurai a me stesso che, come ero stato bravo a cadere così in basso, altrettanto dovevo esserlo a rialzarmi!

Avevo perso tutto: ragazza, lavoro, amici... era crollata quella che credevo fosse la mia realtà in quel momento. Giurai a me stesso che, come ero stato bravo a cadere così in basso, altrettanto dovevo esserlo a rialzarmi!
Dimensione del testo AA

Avevo perso tutto: ragazza, lavoro, amici… era crollata quella che credevo fosse la mia realtà in quel momento. Giurai a me stesso che, come ero stato bravo a cadere così in basso, altrettanto dovevo esserlo a rialzarmi! La prima volta che mi parlarono di Buddismo fu nel 2004 in un locale di Riccione. Avevo venticinque anni e ogni sabato sera mi sballavo con alcol e pasticche. Uno dei pochi ricordi di quelle serate fu di un barista che mi prese in simpatia e mi regalò Felicità in questo mondo, un piccolo libro che introduce al Buddismo del Daishonin. Poiché mi piace leggere, lo lessi molto volentieri e rimasi sconcertato dalla profondità dei princìpi che esprimeva, al punto che mi parve quasi di percepire l’essenza della vita, anche se solo con la mente. Tuttavia non mi sentii di approfondire, e non andai alla riunione di discussione alla quale ero stato invitato.…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!