Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

21 aprile 2024 Ore 07:12

855

Stampa

Arriva a Livorno la mostra sui cambiamenti climatici “L’eredità della vita”

L’iniziativa, organizzata dalla Soka Gakkai italiana, si svolge a Livorno dal 23 marzo all’8 aprile 2024

Dimensione del testo AA

Il Museo di Storia naturale del Mediterraneo di Livorno ospita dal 23 marzo all’8 aprile 2024 la mostra “L’eredità della vita – il clima è una scelta, salviamo il futuro”, realizzata nell’ambito della campagna “Cambio io, cambia il mondo: pensare globalmente, cambiare interiormente, agire localmente” dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai.
Obiettivo il coinvolgimento di ogni singolo individuo sulle grandi sfide ambientali.
L’inaugurazione si svolge alle ore 10:30 del 23 marzo 2024 presso la sala delle Mostre temporanee del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo in via Roma 234, Livorno. Sarà presente il Sindaco di Livorno Luca Salvetti.
Orari di apertura della mostra: dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 (chiusura tutti i lunedì e domenica 31 marzo). L’ingresso è gratuito.

La mostra ha il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Livorno e del Comune di Livorno ed è realizzata in collaborazione con CRED (Centro Risorse Educative e Didattiche del Comune di Livorno) e con il Museo di Storia naturale del Mediterraneo.

Aumentare la consapevolezza sui cambiamenti climatici e incoraggiare ad agire in prima persona con speranza e ottimismo: la mostra “L’eredità della vita” sostiene l’empowerment di ogni singolo individuo in relazione al tema ambientale.
diciotto pannelli che la compongono partono dalla gravità dell’emergenza climatica prodotta dalle attività umane e in particolare dall’uso di carbone, petrolio e gas per arrivare alla determinazione di portare il proprio contributo per azzerare le emissioni al 2050. Tutto parte dal proprio cambiamento personale e quindi dall’impegno nella vita di ogni giorno.
Dai cinque settori chiave su cui intervenire – energia, città, sistemi di produzione e consumo, alberi, sicurezza alimentare – si arriva a riflettere sulla transizione ecologica giusta, su un nuovo modello di sviluppo, sui diritti umani e sulla pace.
Ognuno può fare la propria parte con azioni quotidiane e immediate anche per chiedere e sostenere le necessarie azioni di sistema a livello nazionale e globale.

La campagna “Cambio io, cambia il mondo” è sostenuta dai fondi dell’8×1000 dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai.

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata