Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

30 gennaio 2023 Ore 10:16
Dimensione del testo AA

All’interno di una riflessione sui diritti umani, non può non essere presa in considerazione la figura dello scienziato, inventore potenziale di terribili macchine di distruzione per i nemici. Una formazione forte che preveda l’inserimento nell’educazione di alcuni principi fondamentali per la convivenza pacifica delle comunità umane su questa terra, quali il rifiuto della guerra, della tortura, di qualsiasi atto che si traduca in violenza fisica e morale, non può non tenere conto del ruolo dello scienziato. La domanda fondamentale è: dove può giungere la libertà della scienza? Può ledere, anche se solo potenzialmente, la libertà e la dignità dell’essere umano? Questo interrogativo, spesso insolubile senza una chiara visione dell’importanza assoluta della vita, fu esemplarmente risolto da Leonardo, il quale distrusse certi suoi disegni per costruire «macchine che andassero sotto l’acqua» in quanto «gli uomini, per la loro cattiveria, potrebbero approfittarne per rompere e distruggere le navi provocando la morte di…

Contenuto riservato

Questo è un contenuto riservato agli abbonati.
Accedi o registrati e sottoscrivi un abbonamento per poterlo visualizzare!