Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai

Buddismo per la pace, la cultura e l’educazione

2 marzo 2024 Ore 01:10

705

Stampa

Ogni seme è già di per sé un frutto

Daniela Di Capua, Roma

Daniela racconta dei suoi sforzi nello shakubuku che hanno portato, nel corso degli anni, alla fioritura di legami di fiducia e di amicizia

Dimensione del testo AA

Daniela racconta dei suoi sforzi nello shakubuku che hanno portato, nel corso degli anni, alla fioritura di legami di fiducia e di amicizia Ho ricevuto il Gohonzon il 22 aprile del 1986. Per me è stato immediato e facile abbracciare il Buddismo di Nichiren Daishonin e aderire alla Soka Gakkai, perché ho sempre sentito che ogni parola, ogni principio corrispondevano perfettamente alla mia visione della vita ed era quindi la strada giusta per imparare a viverla al meglio. Naturale ma non facile, perché molte sofferenze profonde, dentro e fuori di me, diventarono ancora maggiori dopo aver cominciato a recitare Nam-myoho-renge-kyo e mi sono occorsi molti anni prima di riuscire a trasformarle. Ciò nonostante, ho sentito fin dal primo momento che fosse naturale e giusto portare avanti le attività per gli altri, fare l’offerta per kosen-rufu ogni mese e fare shakubuku: non potevo fare a meno di parlare del Buddismo alle…

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi Sottoscrivi un abbonamento

©ilnuovorinascimento.org – diritti riservati, riproduzione riservata