293
2003 | 15 novembre

Un cuore imparziale

K’ung-ming, condottiero cinese famoso per le sue qualità di guida, viene citato dal presidente Ikeda in questa seconda parte del suo lungo intervento dedicato ai responsabili nazionali

Un arabesco di umanità

Turchia, crocevia di popoli al confine fra l’Asia e l’Europa. Le riflessioni di pace di Daisaku Ikeda in occasione della sua seconda visita a trent’anni di distanza dalla prima

La vera indipendenza

«Sentii che “mi meritavo” di guarire perché la mia vita aveva un grande valore in quanto la dedicavo a kosen-rufu; nessun’altra motivazione era stata sufficiente a farmi uscire dal tunnel»

Oltre le parole

Agorà, la piazza. Il luogo in cui – nell’antica Grecia – i cittadini della “polis” si ritrovavano per discutere argomenti di interesse comune. Contributi, testimonianze, domande dei lettori nuovi e di quelli che si sanno rinnovare

Allevare i figli da buddisti: qualche spunto

Roberta Templeman – madre di tre figli ormai grandi, educatrice e consulente sul rapporto genitori-figli, ha lavorato per vent’anni con il gruppo ragazzi e ragazze della SGI-USA – offre una serie di spunti di riflessione per i genitori

Cambiare il veleno in medicina (hendoku iyaku)

Hen = cambiare; Doku = veleno; Iyaku = medicina. Questo principio rivela l’intrinseco potere positivo che il Buddismo scorge nella sofferenza

L’osservazione della mente

17. Osservare la mente significa vedere nella propria vita tutti i dieci mondi e quindi gioire di poter manifestare la Buddità così come siamo

L’arte è di tutti

L’arte è un prezioso strumento: per comprendere profondamente la realtà del proprio tempo, per percepire la nostra unità di singoli individui con tutto ciò che esiste, per creare legami sotterranei che generino la pace