283
2003 | 1 giugno

Giorni di pace

Ai lettori: tradurre poesia è sempre difficile, in particolare nella doppia traduzione dal giapponese all’italiano attraverso l’inglese. La poeticità dei versi, il ritmo, il suono e il rapporto fra il suono e l’immagine evocata vanno persi

Crescere senza invecchiare

In un discorso rivolto ai neolaureati dell’Università Soka, il presidente Ikeda ricorda alcuni punti basilari per la fede e per la vita

Vita e opere di Linus Pauling in mostra a Torino

In occasione del XXI Congresso nazionale della società chimica italiana che si tiene a Torino dal 22 al 27 giugno, si apre – presso il palazzo di Torino-esposizioni – la mostra Linus Pauling e il ventesimo secolo organizzata dalla SGI. Il Congresso torinese vede la partecipazione di 1500 soci del mondo accademico e industriale. Nel [...]

Umanesimo buddista nella vita di tutti i giorni

Corso nazionale della Divisione donne, Chianciano Terme, 11-13 aprile

Bello e impossibile

Compresi in qualche modo oscuro che la mancanza di un compagno per me era stata la legna da ardere, il famoso espediente: nessun’altra cosa avrebbe potuto spingermi davanti al Gohonzon e grazie a questo rivoluzionare la mia vita

Cosmopolita della Legge mistica

Leggendo il poema di Daisaku Ikeda “Il nuovo brillante secolo dell’Italia”

Berta von Suttner

«Io sono contro la guerra. Sono assolutamente contrario alla guerra!» (Daisaku Ikeda, For the Sake of Peace, Prefazione)

I desideri sono Illuminazione (bonno soku bodai)

Bonno=illusioni, desideri terreni, soku è la trasformazione dei desideri individuali in illuminazione (bodai). «Soku è Nam-myoho-renge-kyo», afferma Nichiren Daishonin Avere o essere? Le persone che incontrano il Buddismo di Nichiren Daishonin per la prima volta sono spesso sorprese dalla posizione che assume verso i desideri. Per molti, il Buddismo è associato all’ascetismo, e di certo [...]

Quattro debiti di gratitudine

Shion Sho Gosho Zenshu, pag. 935 Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7 pag. 129

Un’unica regola

Non è seguendo delle regole che si ha garantito il raggiungimento dell’Illuminazione. La sola sicurezza sta nell’abbracciare il Gohonzon e non abbandonarlo mai. Il precetto del calice di diamante è l’unica “regola” da seguire strettamente