Leggi la pagina Uomini in NR705

 

«Le nostre vite sono profondamente interrelate. Non possiamo godere di autentica felicità e sicurezza mentre gli altri sono infelici o affrontano pericoli. […] “Come posso dare forza e coraggio ai miei amici? Come posso farli sorridere?”. Questo ichinen corrisponde al compassionevole voto del Budda, il cui pensiero costante è aiutare le persone a diventare sagge, felici e a vivere in pace, così come espresso nel Sutra del Loto (pag. 319): «Questo è il mio pensiero costante: come posso far sì che tutti gli esseri viventi accedano alla Via suprema e acquisiscano rapidamente il corpo del Budda?» (D. Ikeda, NR, 674, 8).

Prendersi cura di ogni singola persona
di Alessandro Abrate, vice segretario nazionale uomini

Gli scritti del maestro Ikeda mi portano a riflettere ogni giorno sul significato della rivoluzione umana: la lotta costante con la mia oscurità fondamentale, tra il desiderio di contribuire alla felicità delle persone e l’ego che mi tiene ancorato alle preoccupazioni quotidiane. Per questo mi sto sforzando costantemente di superare il recinto del mio karma, le paure, la chiusura interiore, imparando a dare valore prima di tutto alle relazioni umane, all’incontro con ogni persona. Molte volte ho sperimentato il coraggio, la consapevolezza, la forza e la buona fortuna che ne emergono. La nostra campagna di dialoghi mi sta aiutando a mettere al centro gli incoraggiamenti personali e a condividere la mia esperienza di fede. Sto seguendo alcuni amici che ho accompagnato a zadankai ed è una gioia sostenere i loro progressi.
Con mia moglie stiamo cogliendo l’occasione della riunione del 30 maggio per far conoscere il valore della Soka Gakkai e del nostro maestro: la ritengo infatti un’opportunità anche per le donne e i giovani di invitare mariti, fratelli, amici e conoscenti del Gruppo uomini! Grazie alla preghiera davanti al Gohonzon ho sempre vinto su ogni problema e obiettivo e con immensa gratitudine rinnovo ancor più profondamente la nostra missione verso il 2030.

Condividere il Buddismo
M. Francesco Bavaro (Padova)

Il 10 marzo del 2020 siamo dovuti entrare in lockdown per via dell’epidemia. Avevamo da poco fatto, io e il mio socio, degli investimenti importanti in azienda, chiedendo dei prestiti in banca. Inoltre avevo acquistato da poco la casa dei miei sogni, ma un’improvvisa paura di perdere tutto si è impadronita di me. Il giorno dopo ho iniziato a indirizzare la mia preghiera verso la felicità degli altri, sentivo che non potevo chiudermi solo nelle mie preoccupazioni ma, come spiega il Buddismo, dovevo far diventare questa situazione difficile un’opportunità per crescere e avanzare. Iniziai così a parlare del Buddismo con molte persone. Tre di loro hanno partecipato al meeting online. Anche mia figlia Alice ha iniziato a praticare e proprio il 1 maggio scorso è diventata membro.
A oggi, non solo non ho perduto nulla, ma grazie ai guadagni riportati e alla fiducia di cui godo sono diventato proprietario unico di quell’azienda che avevo paura di perdere.

Il 30 maggio la riunione si terrà online sul canale Youtube Soka Gakkai Italia

Sito dell’evento: www.30maggio.sgi-italia.org

image_printStampa Pagina